Radio
Big in Japan - Lo Sverso
1841
post-template-default,single,single-post,postid-1841,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,side_menu_slide_with_content,width_270,vss_responsive_adv,footer_responsive_adv,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-content-sidebar-responsive,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.5,wpb-js-composer js-comp-ver-6.2.0,vc_responsive
 

Big in Japan

In onda la Domenica dalle 18:00


La metà è lì, verso il Fuji, tra alieni, mecha, shinigami e diavolerie varie.
Un viaggio in un mondo fatto di manga, anime, cose kawaii e non solo.

 Ascolta il Podcast dell’ultima puntata:

«All this machinery // Making modern music // Can still be open-hearted»

Mi piacciono i Rush, e mi piace la radio. Mi piace lo “Spirit of the radio” come cantano i canadesi, perché la radio è libertà, innovazione e rivoluzione. Quindi mi piace anche “fare la radio”.
Non sono e non sarò mai d’accordo con i Buggles che cantavano «Video killed the radio stars», perché la radio cambia ma lo spirito no. La tecnologia ti viene incontro ed anche una combriccola di amici può creare qualcosa di unico. Impossibile tradire le origini, quindi la scelta di dire di “sì” ad una “proposta che non potevo rifiutare” (quasi cit.) ed andare online difendendo il vessillo di Radio Sverso.
Cosa portare in dote? Heavy metal, hard rock e tanto altro da passare a tutto volume, anche nei tempi di playlist sterili e prive di spina dorsale. Ma da quest’anno, per complicare il pane di una vita già incasinata a dovere, ogni mercoledì accoppio a Brutal Chic (mercoledì 22 – 23, tanto per non perdere lo spirito d’autopromozione) una bella mezz’oretta dedicata al retrogaming chiamata “Radio a 8 Bit” dalle 19.30 alle 20. Cioè non è proprio retrogaming al 100% però va bene lo stesso, credo.
Metallaro e nerd, però ho anche dei difetti.